28/12/2012

<= 25 Dicembre                                                                                                                                                       29 Dicembre =>

Caro diario, oggi non sono stato molto brillante. Avevo appena iniziato a rilassarmi nella pausa natalizia e mi sarei volentieri preso la giornata libera da ogni impegno col fine di riattivare lentamente le facoltà mentali e digerire tutti i dolciumi che ho mangiato ‘sti giorni. Eppure riapro DINAMICA e passo lo straccio in attesa dell’arrivo di Paolo Tramontana e del gruppo di 8 Pagine. Zolletta mi dice che se voglio me ne posso anche andare. Lo so, lo so, amico diario, ha ragione, ma sconto ancora devianze presenzialiste e decido di restare fino alla fine.

Malgrado me, la serata si è svolta bene, con la solita folla di gente a lavorare: da una parte la trascrizione degli Haiku pubblicati sul nono numero della rivista su persiane di plastica, un’idea che mi piace tantissimo perchè si allinea all’idea del riciclaggio e sposta la poesia su supporti inusitati (ci sono troppi “su” in questa frase), dall’altra il tavolo di robotologica, costantemente assediato da novizi assemblatori.

Io non ho voglia d’incollare ne’ di parlare, ma tanto c’è Zolletta che pensa a gestire tutto con estrema grazia, così che mi posso dedicare alla mia attività preferita: stare a testa bassa. Scrivo un nuovo haiku e lo riproduco ritagliando lettere da un vecchio numero del Manifesto ed incollandole con la prit:

Con la stufetta

si combatte l’inverno

ma non si vince

Zolletta è eccezionale ed è diventato oramai un perfetto robotologo. In questi giorni che DINAMICA è stato chiuso, l’ha colto la classica crisi d’astinenza da Attak, così si è messo a smontare e riassemblare a casa propria e mi ha detto che si è persino sognato i pezzi! Con la pratica, la sua produzione sta diventando qualitativamente eccellente.

Anche Massimo Boccardini si è definitivamente appassionato a DINAMICA, tanto da portare ancora vino, materiali da incisione, complimenti ed una straordinaria verve creativa. Ad un certo punto s’è seduto accanto a Valentina Orlando ed entrambi si sono messi a disegnare. Erano molto carini e mi hanno tirato su il morale, anche se non deve essere sembrato perchè ho continuato a vittimizzarmi.

A volte faccio l’errore di pensare che tutto il mondo dipenda da me, quando invece le cose vanno avanti benissimo anche da sole. Cercherò di ricordarmelo in futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...