Fabrizio Bellini – Polvere di Marmo.

ad Yzu

Mutato il sangue in polvere di marmo;

si fatica a dare un nome al cancro.

E’ un po’ triste

viaggiare da soli.

Sale il vento e finisce l’estate, lo sai,

proprio quando l’estate pareva ingannare

il mio senso della novità.

Ma non basta il vento a far piovere,

non basta a chiuderci in casa.

Basta appena a rendere liberi

i miei amori incasellati.

Andate! Andate! Lasciatemi solo,

che solo non sono mai!

Difficile dare un nome al santo,

difficile dare il via al pianto sacro.

Andate! Salpate! Vi lascio andare!

Ci reincontreremo ancora, tutti.

E forse sarò capace allora

di trasmutare marmo in sangue,

pianto in consolazione.

Angeli a ballare tutti in cerchio,

bello come San Francesco,

amore da offrire

senza specchio.

 

30/8/2011 (23.15 circa, terrazza)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...